Roma: sindacati su Multiservizi, in centinaia in piazza per chiedere internalizzazione

Roma, 20 maggio 2022- (Agenzia Nova) – Si è tenuta ieri in piazza del Campidoglio, in concomitanza con l’incontro tra Cgil di Roma e del Lazio, Cisl di Roma Capitale e Rieti e Uil del Lazio, le categorie Filcams, Fisascat, Uiltrasporti e il sindaco Roberto Gualtieri, il capo gabinetto Albino Ruberti e il capo segreteria Giulio Bugarini, una manifestazione delle lavoratrici e dei lavoratori di Roma Multiservizi (appalto Global Service) “cui ha partecipato circa un migliaio di persone”. E’ quanto si legge in una nota dei sindacati. “Il Comune di Roma Capitale – continua la nota – ha aperto l’incontro confermando l’obiettivo di arrivare ad una futura internalizzazione attraverso un percorso che veda la conferma della gara a doppio oggetto, seppur con alcuni correttivi a garanzia delle lavoratrici e dei lavoratori. Abbiamo ribadito che la gara a doppio oggetto non è la soluzione giusta, ma che l’unico percorso giusto a garanzia dei servizi ai cittadini, dell’occupazione e dei salari – così come sosteniamo da anni – sia l’internalizzazione in una società partecipata al 100 per cento dal Comune di Roma – dichiarano le organizzazioni sindacali -. Vista la posizione compatta dei sindacati di Roma e Lazio e la massiccia partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori, il Comune ha preso l’impegno di approfondire e verificare con gli uffici di competenza le condizioni per accogliere la nostra proposta. Il tavolo di confronto si riaggiornerà tra una settimana”, concludono i sindacati.

LAVORO. CISL: CONTINUA SCIA SANGUE IN CANTIERI EDILI CAPITALE

(DIRE) Roma, 27 aprile 2022. – “Continua la lunga scia di sangue nei cantieri edili della Capitale ed anche oggi è tragedia sul lavoro, proprio alla vigilia della Giornata mondiale per la sicurezza sul lavoro che si celebra il 28 aprile e che ci richiama tutti ad una riflessione corale sulla necessità di intervenire in maniera decisa e definitiva, nel tentativo di debellare una piaga vergognosa per un Paese civile. Intanto, la tragedia odierna è avvenuta poche ore fa, in pieno centro storico, a due passi da via Veneto e, a causa di una caduta dall’alto, un operaio di 52 anni impegnato nel rifacimento di una palazzina, ha perso la vita. L’ennesima morte da caduta da un ponteggio che rivela il nervo scoperto di una mancata attenzione alle norme sulla sicurezza, a ritmi forsennati, come già abbiamo denunciato tante, troppe volte, lo scorso anno quando proprio la Capitale è diventata la città italiana con il maggior numero di incidenti mortali sul lavoro”. Così in un comunicato Carlo Costantini e Nicola Capobianco, rispettivamente segretari generali della Cisl Roma Capitale Rieti e della Filca Cisl Roma. “Vogliamo che anche quest’anno sia l’ennesimo anno record per le morti sul lavoro? Ovviamente no e per questo non finiremo mai di denunciare e chiedere, a gran voce, la necessità di porre fine, una volta per tutte, a questa infinita tragedia che è emergenza locale e nazionale. Servono controlli stringenti da parte di tutti gli organismi preposti, servono risorse e assunzione di personale, occorre davvero voltare pagina sul tema della sicurezza sul lavoro perché la ripartenza non avvenga sulla pelle delle persone. Le indagini faranno luce sulle cause della tragedia di oggi. Ma ora, oltre ad esprimere il nostro cordoglio alla famiglia dell’operaio e la nostra vicinanza ai colleghi, proviamo un senso d’impotenza terribile e profondo. Il lavoro che riparte non può diventare la ‘tomba’ per chi, in prima linea, è impegnato ogni giorno nel proprio dovere quotidiano, verso sé stesso e verso la propria famiglia”

Turismo: sindacati, continua mobilitazione per salvare settore, domani flashmob a Roma

Roma, 03 marzo 2022 – (Agenzia Nova) – La mobilitazione “salviamo il turismo” continua. “Saremo di nuovo in piazza, al fianco della Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs di Roma e Lazio, il 4 marzo con un flash mob davanti al Colosseo, a partire dalle ore 14, per una grande manifestazione nazionale unitaria che si svolgerà in contemporanea in altre 4 città italiane”. Così in una nota Cgil Roma e Lazio, Cisl Roma Capitale Rieti, Uil Lazio. “Il turismo è uno dei settori che ancora stenta a ripartire e a pagarne le spese sono le lavoratrici e i lavoratori, con alle spalle già due anni di misure di sostegno al reddito, che ora si trovano alla scelta di tante aziende di avviare le procedure di licenziamento collettivo, come sta accadendo a Roma al personale di Palace, di Cicerone, Majestic, Sheraton e Ambasciatori – continua la nota dei sindacati -. Nel settore turistico e alberghiero occorre trovare soluzione alle crisi aperte, revocare e bloccare i licenziamenti, indirizzando le aziende ad attivare strumenti conservativi e agire in un’ottica di sistema per rilanciare il settore, senza escludere nuovi interventi di sostegno e protezione. Inoltre, vista la fermezza di alcune aziende nel voler procedere con i licenziamenti anche in presenza di soluzioni alternative, crediamo sia doveroso che tali aziende non possano ottenere finanziamenti pubblici, agevolazioni o sgravi. Le vicende delle lavoratrici e dei lavoratori di questi quattro alberghi, senza l’intervento delle istituzioni, rischiano di essere solo l’inizio di una grande crisi occupazionale nella Capitale e nel Lazio”, concludono i sindacati

SANITÀ. CISL: FERMA CONDANNA AGGRESSIONE A MEDICO ASL ROMA 4

(DIRE) Roma, 17 dicembre 2021 – “Apprendiamo dai nostri delegati territoriali che ieri, 16 dicembre, un Collega della Asl Roma 4 impegnato in servizio di attività domiciliare presso la sede di Ladispoli è stato brutalmente ed inspiegabilmente aggredito con calci e pugni riportando lesioni fratturative e contusive giudicate guaribili in 30 giorni dal P.S. di Civitavecchia. La Cisl Roma Capitale Rieti e la Cisl medici esprimono la loro solidarietà incondizionata al Collega condannando un gesto che va a colpire – come troppo spesso è già accaduto – la figura di un Medico impegnato nell’adempimento del proprio dovere colpendo per questo motivo la stessa collettività”. Così in un comunicato Carlo Costantini e Benedetto Magliozzi, rispettivamente segretari generali della Cisl Roma Capitale Rieti e Cisl Medici territoriale.

Alitalia: Costantini (Cisl Roma), ripercussioni drammatiche, serve deciso cambio di rotta

Roma, 11 settembre 2021 (Agenzia Nova) – “Come Ust Roma Capitale Rieti condividiamo la fortissima preoccupazione della Fit Cisl Lazio per le drammatiche ripercussioni sui lavoratori di Alitalia, diretti e dell’indotto, alle prese con la vertenza più dura e difficile nella storia della compagnia bandiera”. Lo dichiara, in una nota Carlo Costantini, segretario generale Cisl Roma Capitale Rieti. “Non parliamo solo di migliaia di persone e relative famiglie sull’orlo del baratro, ma di un territorio come quello romano che ne uscirebbe provato e duramente impoverito per la perdita di lavoro, ricchezza e professionalità – aggiunge Costantini -. Tutte le istituzioni si facciano parte attiva per imprimere un deciso cambio di rotta a quella che si annuncia come l’ennesima macelleria sociale sulla pelle di lavoratrici e lavoratori. Il turismo della Capitale deve essere un volano per la ripresa e Alitalia non può declassatoa ad una low-cost di serie B”.

Farmacap: sindacati, lavoratori senza quattordicesima continuano a pagare colpe non loro

Roma, 03 giugno 2021 – (Agenzia Nova) – “I lavoratori di Farmacap continuano a pagare per colpe che non sono le loro. Niente quattordicesima, non ci sono i soldi. Il nuovo commissario indicato dalla giunta, Jacopo Marzetti, comunica ciò che già si temeva”. Così, in una nota, la Cgil di Roma e del Lazio, la Cisl di Roma Capitale Rieti, la Uil del Lazio, insieme a Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil. “Sette anni di commissariamento ininterrotto senza dare indicazioni – aggiungono i sindacati – e senza scelte chiare da parte dell’amministrazione producono solo peggioramenti e allontanano le soluzioni. Marzetti dichiara che devono essere trovati i responsabili ma noi già li abbiamo indicati da mesi: la sindaca Raggi, l’assessore Lemmetti che è incaricato delle Società Partecipate, i commissari che hanno mantenuto incarichi costosissimi senza produrre una ripresa. Di certo nessuna colpa puo’ essere attribuita ai lavoratori. Le farmacie hanno continuato a rappresentare un punto di riferimento importantissimo per la popolazione nelle periferie abbandonate delle istituzioni e con l’assistenza a distanza molti cittadini hanno ricevuto rassicurazioni e conforto, in particolare in questi mesi difficili di pandemia. Occorrono scelte coraggiose e progetti puntuali che allontanino lo spettro della svendita ai privati e rilancino l’azienda per mantenere e migliorare questi servizi di grande rilevanza sociale. I lavoratori non devono essere messi nelle condizioni di dover optare tra il percepire gli importi dovuti e riuscire a onorare i propri impegni economici o rendere possibile il pagamento dei fornitori e, quindi, la continuità degli approvvigionamenti e delle attività delle farmacie. Trovi la soluzione chi ne ha la responsabilità. Se i lavoratori non percepiranno la quattordicesima mensilità nei tempi previsti, continueremo la mobilitazione per il rispetto dei loro diritti e per il rilancio di Farmacap”, concludono.

Lazio: Costantini-Masucci (Cisl-Fit Cisl) ad Amatrice per “befana tardiva” a bimbi, donati 26 tablet

Roma, 06 marzo 2021 – (Agenzia Nova) – I segretari generali della Cisl di Roma Capitale e Rieti e della Fit-Cisl del Lazio, Carlo Costantini e Marino Masucci, hanno consegnato 26 tablet ad altrettanti piccoli abitanti del comune di Amatrice. “Allegria, sorpresa, felicità: queste le emozioni dipinte sui volti dei 26 bambini di Amatrice a cui i segretari generali – si legge in una nota – hanno consegnato oggi un dono speciale. Dentro il pacco regalo, una ‘befana tardiva’, giunta tardi a causa dell’emergenza Covid, ha previsto 26 tablet: un supporto per la didattica a distanza, ma anche uno strumento per rimanere in contatto con il resto del mondo, nonostante il terremoto del 2016 e la pandemia, e un modo per sottolineare che non dimentichiamo la tragedia vissuta dagli abitanti di Amatrice quel terribile 24 agosto”. Nell’ambito dell’iniziativa, che la Cisl ha chiamato “Nessuno resti solo”, il vescovo di Rieti, Domenico Pompili, ha presieduto una messa a partire dalle 11, alla quale ha partecipato una delegazione di sindacalisti guidata dai segretari generali: a seguire, la consegna dei regali ai piccoli abitanti di Amatrice.

“Si tratta della seconda volta che mettiamo in campo questa iniziativa – spiegano Costantini e Masucci – perché crediamo nella continuità dei gesti di solidarietà: solidarietà e solidità condividono la stessa etimologia, vengono da ‘solidus’, aggettivo che indica qualcosa di stabile. Vogliamo sottolineare che quanto è avvenuto ad Amatrice, per quanto ci riguarda, non è caduto nel dimenticatoio: pensiamo che vada fatto tutto il possibile per la ricostruzione, la rinascita, e per guardare avanti con spirito costruttivo. In questo senso, la santa messa a cui abbiamo partecipato è stata un’importante occasione di raccoglimento e di riflessione sull’importanza delle relazioni umane, e su quanto è avvenuto nel 2016. Al contempo, vedere la reazione gioiosa dei bambini ai doni, ci ha fatto ricordare quanto sia importante coltivare bellezza e speranza, soprattutto quando parliamo dei più giovani. Un sindacato utile, è appunto, un sindacato che non dimentica nessuno, che tenta di far in modo che nessuno si senta solo”.

Intervista al TGR Lazio di Carlo Costantini e Marino Masucci Segretari Generali CISL Roma Capitale Rieti e FIT Cisl Lazio

(DIRE) Roma, 6 marzo 2021 – Allegria, sorpresa, felicita’: queste le emozioni dipinte sui volti dei 26 bambini di Amatrice a cui i segretari generali della Cisl Roma Capitale e Rieti e della Fit-Cisl Lazio, Carlo Costantini e Marino Masucci, hanno consegnato oggi un dono speciale. Dentro il pacco regalo, una ‘befana tardiva’, giunta tardi a causa dell’emergenza Covid, ha previsto 26 tablet: un supporto per la didattica a distanza, ma anche uno strumento per rimanere in contatto con il resto del mondo, nonostante il terremoto del 2016 e la pandemia, e un modo per sottolineare che non dimentichiamo la tragedia vissuta dagli abitanti di Amatrice quel terribile 24 agosto. Nell’ambito dell’iniziativa, che la Cisl ha chiamato ‘Nessuno resti solo’, S.E. Vescovo di Rieti, Domenico Pompili, ha presieduto una messa a partire dalle 11, alla quale ha partecipato una delegazione di sindacalisti guidata dai Segretari Generali: a seguire, la consegna dei regali ai piccoli abitanti di Amatrice. “Si tratta della seconda volta che mettiamo in campo questa iniziativa- spiegano Costantini e Masucci- perche’ crediamo nella continuita’ dei gesti di solidarieta’: solidarieta’ e solidita’ condividono la stessa etimologia, vengono da ‘solidus’, aggettivo che indica qualcosa di stabile. Vogliamo sottolineare che quanto e’ avvenuto ad Amatrice, per quanto ci riguarda, non e’ caduto nel dimenticatoio: pensiamo che vada fatto tutto il possibile per la ricostruzione, la rinascita, e per guardare avanti con spirito costruttivo. In questo senso, la santa messa a cui abbiamo partecipato e’ stata un’importante occasione di raccoglimento e di riflessione sull’importanza delle relazioni umane, e su quanto e’ avvenuto nel 2016. Al contempo, vedere la reazione gioiosa dei bambini ai doni, ci ha fatto ricordare quanto sia importante coltivare bellezza e speranza, soprattutto quando parliamo dei piu’ giovani. Un sindacato utile, e’ appunto, un sindacato che non dimentica nessuno, che tenta di far in modo che nessuno si senta solo”.

Inaugurata sede CISL Borghesiana – Finocchio

2 marzo 2021 Roma – Inaugurata nuova sede in zona Borghesiana-FinocchioE’ stata inaugurata a #Roma, questa mattina, una nuova sede della Cisl Roma Capitale Rieti. Situata nella periferia Est della Capitale, in zona Borghesiana-Finocchio nel Municipio Roma VI, la nuova sede di via Fontana Candida 43, si pone come riferimento del sindacato della #Cislper migliaia di famiglie, lavoratrici e lavoratori, pensionati, giovani, in un quadrante della città abitato da oltre 250mila abitanti e che comprende, oltre #Borghesiana, quartieri popolari come #Torrespaccata,#Torreangela#Tor Vergata, #Lunghezza#Giardinetti e #Torre Maura.”L’inaugurazione di questa nuova sede arriva in un momento estremamente difficile per la nostra città, e per questo motivo assume un valore particolarmente significativo – sottolinea Carlo Costantini, segretario generale della Cisl territoriale durante l’inaugurazione.

Lavoro: Cisl, vinto ricorso per condotta antisindacale in sede Amazon di Passo Corese

Roma, 25 febbraio 2021 – (Agenzia Nova) – È stato accolto dal tribunale di Rieti il ricorso, ex articolo 28 per condotta antisindacale, presentato dalla Cisl nei confronti di Amazon Logistica srl. Al centro del ricorso lo stabilimento di Passo Corese presso il quale l’azienda aveva disconosciuto da marzo a oggi la nomina di due diverse Rsa, “impedendoci di fatto di esercitare il nostro diritto-dovere di dar voce alle esigenze dei dipendenti”, spiegano in una nota Carlo Costantini e Marino Masucci, rispettivamente segretari generali di Cisl di Roma Capitale e Rieti e Fit Cisl Lazio. “Si tratta di una vittoria per il sindacato, ma soprattutto per tutti i lavoratori, e per le relazioni industriali in generale – proseguono -. Riteniamo importante avviare un dialogo costruttivo con un’azienda che conta centinaia di migliaia di dipendenti del mondo, e che vive una stagione di particolare crescita del fatturato: con un confronto produttivo si possono ottenere grandi risultati, a vantaggio della competitività aziendale e al contempo dei lavoratori”.

“Lo scorso marzo l’azienda ha respinto la nomina di un nostro rappresentante sindacale aziendale – raccontano Costantini e Masucci -, avvenuto dopo regolare elezione da parte dei nostri iscritti, nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 19 dello statuto dei lavoratori. Agli ostacoli posti dall’azienda è seguita la rinuncia da parte dell’Rsa a ricoprire l’incarico. Successivamente, la Fit Cisl del Lazio si è vista privare di un secondo rappresentante sindacale aziendale, e abbiamo presentato il nostro ricorso per condotta antisindacale. Con la sentenza del tribunale di Rieti è stata affermata l’antisindacalità della condotta di Amazon Logistica, consistente nel limitare il numero delle Rsa aziendali sulla base di un’interpretazione delle previsioni contrattuali non in linea con le intenzioni delle parti firmatarie il Ccnl. Interpretazione attraverso la quale l’azienda ha bloccato la possibilità di nomine ulteriori avallando, di fatto, il criterio temporale rispetto all’esigibilità del diritto ai sensi della legge 300/70. In parole povere, secondo l’azienda, la rappresentanza sindacale avrebbe dovuto essere subordinata al criterio del ‘chi prima arriva, meglio alloggia’. Con la sentenza di oggi, si ristabilisce il principio basilare secondo cui la rappresentanza sindacale deve rispecchiare la volontà dei lavoratori”.

“Sono molti i temi di cui è necessario parlare, molte le istanze dei lavoratori – concludono i sindacalisti -, e vanno da una contrattazione di secondo livello, che tenga conto del recente aumento del fatturato aziendale del 40 per cento e regoli in modo strutturale i premi di produzione, fino alla maggiorazione per i buoni pasto, e per chi effettua turni notturni, particolarmente faticosi con un orario dalle 22.30 alle sei del mattino”.

ROMA. CISL: ANCORA NESSUNA GARANZIA PER SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI. COSTANTINI E COSENTINO: PERMANGONO TUTTE LE NOSTRE PREOCCUPAZIONI

(DIRE) Roma, 16 gennaio 2021 – “Apprendiamo dalla stampa le dichiarazioni dell’assessore al Bilancio e dell’assessora alla Persona, Scuola e Comunita’ Solidale e con nostra profonda preoccupazione ci troviamo a constatare che, al di la’ di fumose rassicurazioni di rito, a 5 giorni dalla data fissata per la discussione in aula del bilancio di Roma Capitale, non vi e’ alcuna reale e concreta copertura delle somme necessarie a garantire la continuita’ dei servizi assistenziali alle fasce piu’ deboli della cittadinanza”. Cosi’ in una nota congiunta i segretari generali della Cisl Roma Capitale Rieti e della Cisl Fp Roma Capitale Rieti, Carlo Costantini e Giancarlo Cosentino. “Durante un incontro a cui non abbiamo potuto partecipare a causa del volontario diniego da parte dell’assessora Veronica Mammi’ ad accogliere la nostra richiesta di rinvio al giorno successivo a seguito dello spostamento dell’orario originariamente previsto dalla stessa comunicatoci con un minimo preavviso, l’Amministrazione Comunale avrebbe garantito la copertura dei servizi alla persona con i futuri assestamenti di bilancio. Una risposta del tutto insufficiente e che riteniamo ben lontana da quella che deve essere la soluzione del problema: i tagli vengano fatti su altri settori, serve da subito la copertura immediata delle poste economiche perche’ non possiamo rischiare di lasciare migliaia di lavoratori e cittadini senza risposte e a rischio occupazione”. “Le promesse di future coperture non ci tranquillizzano affatto, anzi confermano tutte le nostre preoccupazioni – concludono Costantini e Cosentino – e non ci accontentiamo certo di atti amministrativi volti a recuperare disomogeneita’ di comportamento sui diversi municipi che da giugno scorso denunciamo con forza, praticamente inascoltati. Per questo dichiariamo fin da subito che continueremo a vigilare e senza un vero cambio di passo che ancora auspichiamo, il giorno di apertura della discussione in Aula del bilancio saremo in piazza per manifestare tutta la nostra contrarieta’ e quella dei lavoratori coinvolti”.