Sociale: Costantini (Cisl Roma), da papa Francesco straordinaria vicinanza a mondo lavoro


Roma, 12 giugno 2020 – (Agenzia Nova) – L’iniziativa lanciata da papa Francesco nei confronti di coloro che hanno perso il lavoro a causa dell’emergenza sanitaria “è uno straordinario segno di vicinanza al mondo del lavoro”. Lo afferma in una nota Carlo Costantini, segretario generale della Cisl Roma Capitale Rieti. “Attivare la solidarietà della porta accanto – aggiunge Costantini -. È l’auspicio forte, bellissimo, di papa Francesco, pontefice della chiesa aperta al mondo e vescovo di Roma, che ha istituito nella diocesi il fondo ‘Gesù divino lavoratore’ richiamando la dignità del lavoro, con un primo stanziamento alla Caritas diocesana di Roma per aiutare i più fragili e chi ha perso il lavoro a causa della crisi economica post-Covid. Aiuti concreti per una Capitale piegata dalla pandemia e le cui ferite hanno contorni ancora molto incerti. Una decisione straordinaria – prosegue – quella del Papa che arriva in un momento drammatico e cementa la vicinanza concreta della Chiesa verso quel mondo del lavoro raso al suolo dal lockdown: migliaia di lavoratori giornalieri, occasionali, a termine, autonomi, piccoli imprenditori trascinati, insieme alle loro famiglie, nel baratro di una crisi senza precedenti. Una crisi la cui profondità anche noi, come sindacato, verifichiamo quotidianamente nelle nostre sedi territoriali e nei posti di lavoro. Così come conosciamo bene l’opera di grande solidarietà portata avanti dalla Caritas romana alla quale abbiamo deciso di contribuire aderendo tempo fa all’iniziativa di raccolta fondi Monetiamo. Una raccolta che, dopo la pausa forzata del lockdown e la conseguente chiusura di tutte le attività, ora finalmente potrà ripartire. Un esempio concreto – conclude -, dal basso, di solidarietà della porta accanto, da rilanciare oggi con ancora più forza ed entusiasmo”.