SANITA’. CISL: CANDIDARE ROMA COME SEDE DELL’AGENZIA DEL FARMACO

(DIRE) Roma, 29 Giugno 2017. – “La scelta della sede dell’Agenzia del Farmaco Europeo entra nella fase finale. LaCislchiede al Presidente dellaRegione Lazio, Zingaretti, e alla Sindaca di Roma,Virginia Raggi, di candidare Roma come sede dell’Agenzia Europea del Farmaco e chiedere al Governo, che entroil 31 Lugliodeve presentare la candidatura della citta’ che dovra’ ospitare l’agenzia, di sostenere la Capitale D’Italia. Noi crediamo che Roma possegga tutti i requisiti che la UE chiede: dalla garanzia che l’agenzia possa essere istituita in loco e possa assumere le proprie funzioni alla data del recesso del Regno Unito dall’Unione all’accessibilita’ dell’ubicazione (collegamenti aerei dal resto della Ue); dall’esistenza di strutture scolastiche adeguate per i figli dei membri del personale all’adeguato accesso al mercato del lavoro, alla sicurezza sociale e all’assistenza sanitaria per coniugi e figli e alla continuita’ operativa. Le istituzioni locali devono anche tenere conto delle enormi possibilita’ che l’EMA si porta dietro. Basti pensare che l’agenzia ha un budget di 322 milioni di euro e 900 dipendenti con relative famiglie che verranno ad abitare a Roma. Inoltre l’agenzia garantisce 65 mila presenze annue e un’attivita convegnistica di altissimo profilo. Ecco perche’ Roma va candidata. Oltre alle istituzioni locali a farsi sentire a livello Europeo deve essere il governo nazionale. Non e’ piu’ ammissibile che l’italia su 38 agenzie sparse per in giro per l’Unione Europea ne abbia solo 2. L autorita’ per la sicurezza alimentare a Parma e il centro per la formazione professionale a Torino. È arrivato il momento di invertire la tendenza e per il nostro governo di alzare la voce e farsi sentire”. Lo dichiarano in una nota Andrea Cuccello e Paolo Terrinoni, segretari generali della CISL del Lazio e della CISL di Roma Capitale Rieti.