Farmacap: Costantini (Cisl), anche Corte dei conti boccia ipotesi fusione con Zetema

Roma, 04 giugno 2021 – (Agenzia Nova) – “Ieri la sezione di controllo contabile della Corte dei Conti del Lazio ha pubblicato il Rapporto sulla gestione delle partecipazioni societarie del Comune di Roma leggendo il quale si evince una lunga serie di criticità nel controllo sulle Partecipate. Tra le tante, gravi lacune, prendiamo nota e sottolineiamo che si fa un chiaro riferimento anche alla tragica situazione di Farmacap, l’azienda che gestisce 45 farmacie comunali, ormai impantanata in una lunga agonia prefallimentare a causa di anni di colpevoli inerzie da parte del Comune di Roma”. Così, in una nota, Carlo Costantini, segretario generale Cisl Roma Capitale Rieti. “Anche la Corte dei Conti del Lazio, così come diciamo da quasi un mese, boccia inesorabilmente la proposta avanzata lo scorso 6 maggio, in occasione di un Consiglio comunale straordinario, dall’assessore al Bilancio Gianni Lemmetti: fondere Farmacap con un’altra azienda partecipata, Zètema”.

“Peccato però che quest’ultima si occupi non di farmacie o affini ma, da anni e anche bene, di cultura ed eventi e non è quindi chiaro, né a noi ma a quanto pare nemmeno ai magistrati della Corte dei Conti regionale, quale sia la ‘ratio’ che possa giustificare tale stravagante ipotesi di accorpamento – aggiunge Costantini -. Non siamo i soli a dirlo, oggi, e questo ci conforta perché significa che le nostre rilevazioni di allora erano e rimangono pertinenti e nel merito. Non ci conforta invece la realtà sempre più cupa e l’orizzonte nero di Farmacap, sempre più vicina al baratro: niente quattordicesime per i dipendenti e nessuna ipotesi vera di rilancio di quella che a tutt’oggi dovrebbe essere una perla in mano a un qualsiasi Comune italiano e invece si sta trattando come un inutile orpello di cui disfarsi al più presto. Un’eresia, in epoca di emergenza sanitaria”.