Sanità: sindacati, avanti incontri per aprire Casa salute via Lampedusa a Roma entro estate

Roma, 05 marzo 2021 – (Agenzia Nova) – Inaugurare la Casa della salute di via Lampedusa a Roma entro l’estate. Questa la prospettiva al centro della videoconferenza che si è svolta ieri e che ha visto tra i partecipanti la Cgil Rieti Roma Eva, la Cisl Roma Capitale e Rieti, la Uil Lazio, il direttore generale della Asl Roma 1, Angelo Tanese, il direttore del distretto Edoardo Turi, il presidente del Municipio Roma III Giovanni Caudo e l’assessore ai Servizi sociali municipale Maria Concetta Romano. In una nota i sindacati spiegano che il confronto è stato utile per verificare l’attuazione del protocollo sottoscritto tra la Asl e il Municipio, nel dicembre 2019, che prevedeva: la creazione della Casa della salute nell’ex ambulatorio di via Lampedusa; il potenziamento di via Dino Galli, dove è funzionante un consultorio, l’ambulatorio di neuropsichiatria infantile e, dove è prevista, in prospettiva, la seconda Casa della Salute; un percorso per l’istituzione a via Girolamo Rovetta di un percorso giovani declinato al femminile e alla salute psico-fisico del bambino; l’utilizzo della ex scuola di piazza Capri come ‘Polo per la salute degli anziani’ con specialistiche per le demenze senili, per l’Alzheimer, ambulatori di fisiatria e riabilitazione.

La Asl – prosegue la nota dei sindacati – ha sottolineato che pur nelle difficoltà legate alla pandemia si è provveduto a nuovi modelli operativi e organizzativi, si è proceduto a attivare nuovi servizi quali Punto unico di accesso, le cure primarie con i medici di famiglia a via Lampedusa. Le organizzazioni sindacali hanno sottolineato di condividere e partecipare ai contenuti del protocollo, mettendo in evidenza la necessità di potenziamento della medicina di prossimità in particolare in un territorio vasto come una città capoluogo, di 205 mila abitanti, con una alta incidenza di popolazione anziana e dove non vi è presente un ospedale pubblico. Per questo, nell’aderire al protocollo, ne sollecitano l’attuazione e, in questo contesto, hanno posto la possibilità di realizzare, in linea con l’accordo del 30 Agosto 2020 siglato con la Regione, una Residenza sanitaria per anziani pubblica. Al termine della riunione si è condiviso di sviluppare il confronto con la Regione Lazio e un ulteriore momento di verifica sul cronoprogramma di attuazione del protocollo, entro giugno, nella prospettiva di inaugurare la Casa della salute di via Lampedusa entro l’estate.