Notizie

ROMA METROPOLITANE. CISL: ENNESIMA PAGINA NERA GIUNTA RAGGI, È ORA DI CAMBIARE  COSTANTINI: CITTÀ IN CONTINUO DECLINO, CINQUE VOLTE PEGGIO DI TRE ANNI FA

ROMA METROPOLITANE. CISL: ENNESIMA PAGINA NERA GIUNTA RAGGI, È ORA DI CAMBIARE COSTANTINI: CITTÀ IN CONTINUO DECLINO, CINQUE VOLTE PEGGIO DI TRE ANNI FA

mercoledì 2 ottobre 2019/Categorie: Prima Pagina

(DIRE) Roma, 2 ottobre 2019 - "Avremmo preferito avere questa visibilita' per essere magari riusciti a ristabilire un rapporto normale e corretto con questa amministrazione. Ormai sono tre anni che Roma e' in continuo declino, non e' assolutamente migliorata ma peggiorata. Ieri e' stata l'ennesima pagina buia e nera di questa amministrazione, che non fa nulla per risolvere niente e quando cerca di fare qualcosa lo fa nel modo sbagliato. Per quattro volte sono state annullate le gare global service e 2.700 dipendenti della Roma Multiservizi vedono continuamente il proprio posto in pericolo perche' loro non sanno scrivere una gara. Roma Metropolitane e' solo la punta dell'iceberg ma ormai noi crediamo ci sia un disegno: si puo' sbagliare su una municipalizzata, ma non si puo' sbagliare continuamente su tutta la galassia delle aziende senza pensare che questo venga fatto scientemente". Lo ha detto Carlo Costantini, segretario generale della Cisl Roma e Rieti, in occasione della conferenza stampa convocata da Cgil, Cisl e Uil dopo i fatti di ieri pomeriggio davanti alla sede di Roma Metropolitane. Questo, ha sottolineato Costantini, "vale anche per Ama, dove su un bilancio negativo di 136 milioni a fare la differenza sono 18 milioni con i cda che saltano perche', giustamente, non vogliono fare quello che e' stato certificato anche da agenzie di rating inglese. Se non si riesce nemmeno a gestire i rifiuti, la Regione e' costretta a fare proroghe delle ordinanze, non c'e' un piano organico, allora pensiamo che anche Ama sia destinata a seguire una strada che non e' quella del risanamento. Poi c'e' Atac che e' in concordato, ma dalle ultime notizie risulta che non si riescono a vendere gli immobili e il servizio non funziona".

(DIRE) Roma, 2 ottobre 2019 - Per il sindacalista della Cisl "dobbiamo cambiare, non puntando su una problematica in particolare ma dicendo che e' ora che questa Giunta capisca che non si puo' governare Roma con questi signori, in primis la sindaca che viene smentita da suoi assessori: il 4 settembre Raggi ci aveva detto 'su Roma Metropolitane non prevediamo rischi di esuberi e problemi occupazionali', due giorni dopo viene tutto negato a mezzo stampa da Giampaoletti. Allora la sindaca non e' una sindaca e governa qualcun altro. O le cose cambiano, ma non abbiamo segnali o speranze in questo anno e mezzo, o Roma a fine consiliatura ci verra' riconsegnata cinque volte peggio di come era prima".

Roma metropolitane: Costantini (Cisl), Capitale non può essere governata da queste persone, bisogna cambiare

Roma, 02 ottobre  2019 - (Agenzia Nova) - I sindacati, dopo i fatti di ieri dalle dimissioni del cda di Ama alla liquidazione di Roma metropolitane e alle proteste con ressa davanti alla sede di via Tuscolana, chiedono un cambio alla sindaca di Roma Virginia Raggi. A spiegarlo in occasione della conferenza stampa di oggi Carlo Costantini della Cisl di Rieti e Roma, che si accoda a quanto già chiesto ieri dai suoi colleghi di Cgil e Uil. "Ormai sono tre anni che Roma è in continuo declino, non è assolutamente migliorata ma peggiorata. Ieri è stata l'ennesima pagina buia e nera di questa amministrazione, che non fa nulla per risolvere niente e quando cerca di fare qualcosa lo fa nel modo sbagliato. È ora che questa giunta capisca che non si può governare Roma con questi signori, in primis la sindaca che viene smentita dai suoi assessori: il 4 settembre Raggi ci aveva detto che su Roma Metropolitane non prevediamo rischi di esuberi e problemi occupazionali, due giorni dopo viene tutto negato a mezzo stampa da Giampaoletti. Allora la sindaca non è una sindaca e governa qualcun altro. O le cose cambiano, ma non abbiamo segnali o speranze in questo anno e mezzo, o Roma a fine consiliatura ci verrà riconsegnata cinque volte peggio di come era prima".

Effettua il login o registrati per lasciare un commento.